Bisogna imparare a vivere la vita con meno pressione, alla faccia di tutto e tutti.

 

LogoCobra

 

Negli ultimi mesi mi sento parecchio sotto pressione da una serie di situazioni che mi gravitano attorno, e anche se in-famiglia-tutto-bene-grazie, lo stress che arriva da cio' che mi circonda non e' poco.

Chiunque viva una vita normale puo' confermare che ci sono alcuni ambiti che per motivi intrinseci portano pressione e tensione: su tutti l'ambiente lavorativo, ma anche la famiglia a volte. Io sono fortunato, almeno in questo periodo, visto che al di la' degli impegni e delle cose da fare o da seguire sono riuscito a ritagliarmi un po' di tranquillita'.

E' questo uno dei segreti per vivere una buona vita? A mio modesto parere, a meta' del cammin della mia vita, probabilmente si. Uno dei trucchi e' di eliminare le fonti di preoccupazioni o di negativitia', pur sempre tenendo a mente che non tutto si puo' evitare e nulla si deve ignorare.
Quando la tensione e quel senso di pesantezza non deriva dall'aver mangiato troppo (cit.) ma da rami del nostro albero che magari ci piacciono perche' pieni di fiori ma che al tempo stesso producono veleni, e' giusto tagliarli - o per lo meno, lasciando stare le allegorie, declassare di importanza questi ambiti. E poi, se proprio necessario, eliminarle del tutto dalla nostra vita.

Ognuno da' alle cose l'importanza che ritiene corretta. Pero' quando questa importanza lede la nostra tranquillita', e' giusto prendere le distanze. Alla fine il tempo che ci e' concesso su questa terra non e' molto, e viverlo male e' non solo un peccato, ma proprio stupido.

Saltando di palo in frasca: siamo ancora in pieno lavoro dietro le quinte per offrirvi un servizio migliore. Proprio in questi giorni stiamo apportando dei cambiamenti al sito che dovrebberno velocizzare il caricamento delle pagine, e stiamo lavorando per sistemare e rendere piu' carine tante piccole cosette dell'aspetto grafico.
A dirla tutta e' una mole immane di cambiamenti da elaborare, testare ed implementare come hobby dopo il lavoro, ma e' cio' che ci piace (e quindi non va in contraddizione con quanto detto sopra) e soprattutto si vede la luce alla fine del tunnel (e non e' nemmeno tanto lontana).

Che altro dire? Aspetto con ansia il sole e il caldo. Sto diventando vecchio ed il freddo non lo sopporto piu'.
Buon Marzo a tutti!

 

ban49