Cambiano i ruoli, ma non cambiano gli interpreti, forse questo è un bene? O forse è una minestra riscaldata?

 

 

Con il finale della precedente stagione (Agents of Shield - Quinta stagione), le gerarchie del gruppo erano destinate inevitabilmente a cambiare. Mi aspettavo una bella ventata d’aria fresca, un’impostazione diversa data dal nuovo Direttore; invece sono rimasto basito dalla fredda e distaccata interpretazione che Al "Mack" MacKenzie ha dato al ruolo di Direttore. Mentre sulla terra si presenta una nuova minaccia non ben identificata, Daisy e Jemma se ne vanno nello spazio all’inseguimento di un disperso Fitz che dovrebbe essere ancora ibernato nella sua bella capsula criogenica; o per lo meno è quel che tutti credono. La cosa che noto subito è la mancanza delle risate che prima il duo di scienziati Fitz-Simmons riuscivano a creare; poco riesce a sopperire il solo Deke, impacciato nipote proveniente dal futuro del duo sopraccitato.

Anche se non in modo brillante, tutti sembrano essersi riadattati all’assenza di Phil Coulson. Non vedere più Clark Gregg, nei panni del Direttore dello Shield, poteva essere più difficile da digerire, ma risulta più forte la curiosità di vedere come se la cavano i superstiti senza di lui. Io mi sono illuso di assistere a qualcosa di nuovo, ma pare invece che non sia così facile mettere all’angolo Clark Gregg; mi chiedo che diavolo di contratto abbiano stipulato con lui, visto che, di riffa o di raffa, risulta il protagonista indiscusso anche di questa stagione e, per non farci mancare niente, lo sarà anche della settima e ultima.

 

 

La trama di questa sesta stagione è destinata a ricondurre tutti a casa; una buon’idea, perché è stato lasciato molto in sospeso. Purtroppo, la realizzazione di quest’idea è decisamente scarsa. Un po’ di lungaggine in alcune trame e la carenza di contenuti in altre, da la netta sensazione di assistere ad almeno due storie, con tempistiche differenti, pressate nello stesso lasso di tempo. Questa scelta fa sembrare la missione di ricerca nello spazio ridicolmente veloce, con distanze, che dovrebbero essere siderali, ridotte ad un giretto in macchina dell’isolato. Mentre le poche giornate che si susseguono sulla terra, dovrebbero coprire l’intero tempo dei viaggi interstellari. Provando ad analizzare la storia che coinvolge Mack e lo Shield di stanza sulla terra, ci si rende subito conto che è stata studiata per perdere tempo e riempire gli episodi fino all’arrivo del resto della combriccola dallo spazio.

Per fortuna che le puntate di questa stagione sono solo 13, perché riuscire a realizzarne 22 come nelle precedenti stagioni, sarebbe stato decisamente faticoso, visti gli scarsi contenuti messi in gioco. La storia si anima solo da metà stagione, ma non vi pensate di saltare sulla sedia ed esultare, la banalità di quello che ci viene proposto, è abbastanza evidente. Il cattivo di turno sembra interessante, ma ci vuole poco a capire che è tanto fumo e niente arrosto.

 

 

Ormai è evidente che la conclusione della serie ha svuotato di contenuti quest'ultima stagione; spero vivamente che recuperino per darci una stagione finale scoppiettante. Detto questo, come sempre accade quando le cose non vanno nel verso giusto, gli sceneggiatori scelgono di tornare a come si era prima di aver smarrito la via; avanti con il vecchio schema, si riavvolga il tempo e ripartiamo da capo. In questo caso, ripartire da capo mi sembra anche riduttivo, meglio forse dire che hanno deciso di ripartire da ben prima che tutto iniziasse.

 

Agents of Shield – Stagione 6, 2019
Voto: 5

ban49

 

Tanto Per Ridere: I Meme | 07 Giu 2020 | MarcoF
I meme del momento - Termoscanner e App Immuni

Tanti strumenti di controllo per evitare il contagio, e tanti meme dal termoscanner all'app "Immuni"

 

Musica: Jukebox | 06 Giu 2020 | Tech-Priest
Tiamat - Gaia

Un brano ambientalista quando ancora non era di moda parlare di questi argomenti. Gaia è una suadente ode al pianeta come un grido sussurrato in cui i Tiamat erano maestri.

 

Politica | 05 Giu 2020 | Il Cobra
Come la sinistra legittima i suoi avversari, pardon, nemici politici

Con le sue azioni, la sinistra e' riuscita in questi anni a compattare buona parte dell'elettorato moderato su figure almeno in alcuni casi discutibili.

 

Politica | 04 Giu 2020 | Sinue L'Egiziano
Lianghui 2020, venti di novità dalla Cina

Lianghui è una annuale riunione che vede come partecipanti l'organo legislativo e consultivo cinesi, e costituisce un appuntamento fondamentale per conoscere gli sviluppi economici e politici del paese.

 

Film: Le Recensioni | 03 Giu 2020 | Carlo Desiderati
Mediterraneo

Mediterraneo è un vero viaggio nel profondo della nostra anima.

 

GDR: Gli Approfondimenti | 07 Set 2000 | Macros
Cuoio o Metallo

Giochi di ruolo: quale armatura scegliere per essere piu' efficaci?

 

Animazione: Le Recensioni | 01 Giu 2020 | MarcoF
Beastars - Stagione 1

Ti amo o voglio solo mangiarti? Sei la mia preda o la ragazza con cui voglio stare? Queste domande si fondono e si confondono in un vortice d’inaspettate situazioni.

 

Tanto Per Ridere: I Meme | 31 Mag 2020 | MarcoF
I meme del momento - Tutti al Mare-Covid

Si sente aria di fine Pandemia ... che sia vero o no, l'estate si avvicina a grandi falcate e quindi andiamo a vedere come i produttori di Meme e Vignette ci immaginano questa estate.

 

Musica: Jukebox | 30 Mag 2020 | Tech-Priest
Heaven And Hell - Heaven And Hell (Live)

A dieci anni dalla morte di Ronnie James Dio, riviviamo una delle sue ultime esibizioni. Forse la migliore in assoluto. Un frontman straordinario fino alla fine.

 

Videogiochi: After Action Reports | 29 Mag 2020 | Il Cobra
Mazinga contro i sette nani: chi potra' mai vincere?

Storia di due irresponsabili wargamers, di un carro ciccione e di come gli Stratovarius abbiano influenzato la seconda guerra mondiale.

 

Politica | 28 Mag 2020 | Il Cobra
Palamara, la magistratura e la morte della democrazia

In Italia la democrazia e' morta: da qualche anno stiamo vedendo dei mini-colpi di stato atti a garantire il governo ad una specifica parte politica.

 

Serie TV: Le Recensioni | 28 Mag 2020 | MarcoF
Good Omens

Una divertentissima miniserie apocalittica dagli sviluppi umoristici assurdi. Michael Sheen e David Tennant sono FENOMENALI!

 

Film: Le Recensioni | 26 Lug 2004 | Il Cobra
The Day After Tomorrow

Come ben sa chi segue da tempo la Tana, non sono un grande estimatore dei film d’azione americani, ne’ tanto meno di quelli catastrofici.

 

 

Musica: Le Recensioni | 02 Mar 2005 | Tech-Priest
Megadeth - Countdown To Extinction

L’inizio degli anni novanta ha visto una certa apertura dei gruppi metal classici verso sonorità meno intransigenti e più “orecchiabili”.

 

 

 

ban49