Sono rimasto sorpreso da questo Cloak and Dagger; pur essendo lontano dalle storie del fumetto, riesce a catturare bene lo spettatore.

 

 

Nel marasma delle serie TV incentrate sui supereroi, Cloak and Dagger parte totalmente agli antipodi dell’omonimo fumetto ma, dannazione, mi ha catturato con l'unione d'amaro e dolcezza, bontà e cattiveria, sporco e pulito, che non saprei spiegare bene. Ammetto di non essere un fan di Cloak and Dagger, ma qualcosa ho letto su di loro; la serie TV parte invertendo totalmente le storie dei due protagonisti, ma questo non rovina per niente la chimica tra i personaggi.

La storia è interessante, sembra non decolli mai, ma continua a lasciare brandelli d’informazione che ti tengono impegnato; qualche pezzo riesci a collocarlo bene, altri t’ingannano e ci devi ritornare sopra in momenti diversi. Tutto questo puzzle è gestito molto bene, con rapidi passaggi tra presente e passato o realtà e visione; ci si potrebbe confondere, ed all’inizio capita, ma ci si abitua subito a riconoscere in che momento e in che ambito si svolgono i fatti. Questo continuo altalenarsi di luce e buio, realtà e visione, presente e passato, stimola molto l’attenzione dello spettatore, mantenendo un livello di guardia alto; devo ammettere che hanno trovato un buon sistema, non ci si annoia a vedere questa serie. Oltre all’alternarsi delle trame che legano i due ragazzi, è la musica a fare la parte del leone nelle scene con maggior trasporto; la scelta delle canzoni aiuta tantissimo ad immedesimarsi nel momento emotivo.

 

 

In tutte le storie di supereroi che si rispettino c’è un cattivo, o ci dovrebbe essere. In questo caso, il cattivo è difficilmente identificabile; si potrebbe identificare il male nella multinazionale Roxon, oppure con la minaccia legata ai miti di New Orleans. Più ci penso e più mi convinco che, alla fine, non ci sia un vero e proprio cattivo in questa storia. Questa mancanza potrebbe essere un punto a sfavore? Direi di no, visto che i due protagonisti cominciano a fare realmente coppia solo verso la fine della stagione.

Olivia Holt, che interpreta Tandy Bowen/Dagger, buca bene lo schermo e arriva facilmente a segno. Deve essersi trovata a suo agio nei panni di Dagger, perché la sua interpretazione è molto azzeccata; non è la Dagger dei fumetti, ma a suo modo ha creato un personaggio interessante. Aubrey Joseph, che interpreta Tyrone Johnson/Cloak, è meno efficace della compagna di scena, molto probabilmente perché è proprio il suo personaggio a richiedere d’essere più ombroso. In fin dei conti non mi aspettavo molto di più dal personaggio di Cloak, ma il ragazzo si applica e lascia una discreta prova.

Mi rendo conto che non sia la serie sui supereroi più riuscita della TV, né la meglio realizzata, ma dannazione funziona! Non vi saprei dire perché funziona, ma per me ha vinto una riconferma; sono proprio curioso di sapere come le vicende si dipaneranno e se arriverà davvero un avversario degno di questo nome per far decollare la serie.

 
Cloak and Dagger - Stagione 1, 2018
Voto: 6.5

ban49

 

Animazione: Le Recensioni | 06 Lug 2020 | MarcoF
Avatar - La leggenda di Aang - Libro primo: Acqua

Avatar è divertente, colorato, gioioso e scanzonato, ma con una costatne crescita interiore dei personaggi.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 15 Ott 2020 | Macros
Ma L’Orrore Dov’è?!

“Stai camminando nel corridoio più segreto della piramide quando, improvvisamente, ti appare davanti il terribile Nyarlatohep, il caos strisciante, colui che vuole portare il genere umano alla follia!” “Embè, e mo’ questo che ‘vole? Je dico che si nun se leva je pianto ‘na palla ‘n fronte!”

 

Musica: Jukebox | 04 Lug 2020 | Tech-Priest
Airbourne - Runnin' Wild

Cloni ed eredi degli AC/DC? Decisamente sì e senza sfigurare nemmeno un po'. Gli Airbourne sono pariti in quarta sin dal primo disco.

 

Film: Le Recensioni | 03 Lug 2020 | Il Cobra
Burn After Reading - A Prova Di Spia

Uno di quei rari casi in cui il titolo italiano e' piu' azzeccato di quello originale: Burn After Reading e' uno dei pochi colpi a vuoto dei fratelli Cohen.

 

Racconti: Massive Darkness | 02 Lug 2020 | MarcoF
08 - Sotto una volta in frantumi

NO! … Non aprire nessuna porta, non possiamo permetterci di perdere tempo.

 

 

Storia e Militaria | 01 Lug 2020 | Fangorn
Wojtek: Un orso divenuto soldato

Un viaggio iniziato nella lontana Persia e concluso molti anni dopo in Scozia. È la straordinaria storia di Wojtek, l’orso bruno che partecipò, insieme ai soldati polacchi, alla liberazione d’Italia.

 

 

Libri: Le Recensioni | 30 Giu 2020 | Il Cobra
Banda Di Fratelli

Sicuramente tutti avrete sentito parlare di Band Of Brothers, la serie dedicata ai para' impiegati sul fronte europeo. Beh, e' la fedele trasposizione di questo libro.

 

Animazione: Le Recensioni | 29 Giu 2020 | MarcoF
The Hollow - Stagione 2

La seconda stagione di The Hollow non è all’altezza della prima, anche se c’è qualche spunto buono.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 01 Ott 2000 | Macros
GDR: I 5 sensi

Tante volte si è detto che giocare a un gioco di ruolo è come girare un film dalla trama solo parzialmente determinata, ma alla fine questo accostamento non è neanche tanto vero poiché un film, per quanto ben girato, non può comunicare che due input sensoriali: la vista e l’udito.

 

Musica: Jukebox | 27 Giu 2020 | Tech-Priest
Frozen Crown - In The Dark

Arrivati al secondo disco, i milanesi Frozen Crown si dimostrano capaci di spiccare in un genere ultra-inflazionato. Sembra proprio che questi ragazzi abbiano una marcia in più.

 

Videogiochi: Le Recensioni | 26 Giu 2020 | Il Cobra
Iwo: Bloodbath In The Bonins

La battaglia di Iwo Jima e' stata una delle piu' sanguinose del teatro Giapponese; ma questo wargame non ne rende degnamente memoria.

 

Racconti: Massive Darkness | 25 Giu 2020 | MarcoF
07 - Il Labirinto Fantasma

Rivivere la prima grande avventura dei Portatori di Luce è stato concesso solo a loro che sono stati chiamati i Cinque.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 18 Set 2000 | Macros
Guano di pipistrello (de rerum magica)

"Era una giornata calda e luminosa sulle colline del Beladan, e un cavaliere solitario si stagliava sulla cima del Colle Vino, così chiamato per le coltivazioni di vite sul lato est."

 

 

Societa' | 23 Giu 2020 | Il Cobra
Il virus fuggito da un mercato militare cinese

Difficilmente riusciremo mai a sapere la verita' sull'origine del Covid-19; ma i dubbi sulla sua creazione in laboratorio sono fortissimi.

 

 

ban49