Una stagione deludente, tanta confusione e mala gestione delle risorse, si è persa quella trama semplice e lineare che aveva contraddistinto questa serie.

 

Mi ero approcciato a Black Lightning senza grandi pretese, una serie basata sui fumetti dell’omonimo personaggio della DC di cui non sapevo niente, ed ero rimasto sorpreso dalla gestione dei personaggi, dalla costante ricerca di rappresentare il pensiero Afro-Americano, non sempre riuscita alla perfezione, e dalla musica avvolgente, familiare che la fa da padrona. Una serie semplice, per molti versi ricalca idee già viste, ma alla fine era proprio la sua linearità e la sua semplicità che poteva dare quel qualcosa in più.

Questa seconda stagione parte proprio dalla fine della precedente, quindi ho sperato di assistere alla conclusione di una trama che si era dipanata in modo semplice e lineare, ma così non è stato. Sono stati introdotti nuovi personaggi per sostituire le perdite, in ruoli strategici, dei personaggi venuti meno nel finale della prima stagione, ma non sono loro ad aver creato confusione, anzi, la trama di questi ultimi è stata piuttosto interessante, avvolta nel mistero fino al finale della seconda stagione.

 

 

Pierce e famiglia hanno fornito una prova abbastanza incolore, con alti e bassi, forse esagerando con l’emotività e con l’apprensione, hanno portato avanti le loro storie in modo coerente ma senza particolare note di merito. La trama spinge la serie verso le vicissitudini della famiglia e dei "Metaumani"; questo fa sì che le scene d’azione con Black Lightning e Thunder non siano preponderanti. Nuovi pericolosi avversari sono lanciati in scena, ma ho l’impressione che siano serviti più a riempire il palinsesto piuttosto che a dare un vero e proprio significato alla loro comparsa. Queste intromissioni in momenti ristagnanti della trama, in cui antagonista Tobias Whale è impegnato a porre i mattoni per i suoi fini, mi sono davvero sembrati un pessimo allungo del brodo; si poteva evitare di mettere in scena una parentesi da un paio di puntate su un possibile avversario futuro che avrebbe meritato approfondimenti sicuramente migliori.

Queste parentesi che hanno lanciato nuove trame secondarie o che si sono esaurite in un paio di puntate, hanno creato più confusione che altro, tanto che, a metà stagione, mi sono convinto che l’unico personaggio a fare qualcosa d’interessante e logico, fosse proprio Tobias. Mai illusione fu più sbagliata, o per lo meno, mai illusione fu più disillusa. La descrizione di Tobias, fatta nella prima ed in parte anche nella seconda stagione, lo raffigura come un uomo paziente, da trent’anni a capo della malavita di Freeland, da un bel pezzo costretto a nascondersi e ad amministrare il crimine nell’ombra; ci sono rimasto malissimo per com’è finita questa seconda stagione, mai mi sarei immaginato che l’impazienza fosse il suo tallone d’Achille.

Nota di merito è la musica che accompagna un po’ tutta la serie, ma di certo non può bastare per dare un buon voto a questo Black Lightning.

Black Lightning, 2018-2019
Voto: 5

ban49

 

Animazione: Le Recensioni | 06 Lug 2020 | MarcoF
Avatar - La leggenda di Aang - Libro primo: Acqua

Avatar è divertente, colorato, gioioso e scanzonato, ma con una costatne crescita interiore dei personaggi.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 15 Ott 2020 | Macros
Ma L’Orrore Dov’è?!

“Stai camminando nel corridoio più segreto della piramide quando, improvvisamente, ti appare davanti il terribile Nyarlatohep, il caos strisciante, colui che vuole portare il genere umano alla follia!” “Embè, e mo’ questo che ‘vole? Je dico che si nun se leva je pianto ‘na palla ‘n fronte!”

 

Musica: Jukebox | 04 Lug 2020 | Tech-Priest
Airbourne - Runnin' Wild

Cloni ed eredi degli AC/DC? Decisamente sì e senza sfigurare nemmeno un po'. Gli Airbourne sono pariti in quarta sin dal primo disco.

 

Film: Le Recensioni | 03 Lug 2020 | Il Cobra
Burn After Reading - A Prova Di Spia

Uno di quei rari casi in cui il titolo italiano e' piu' azzeccato di quello originale: Burn After Reading e' uno dei pochi colpi a vuoto dei fratelli Cohen.

 

Racconti: Massive Darkness | 02 Lug 2020 | MarcoF
08 - Sotto una volta in frantumi

NO! … Non aprire nessuna porta, non possiamo permetterci di perdere tempo.

 

 

Storia e Militaria | 01 Lug 2020 | Fangorn
Wojtek: Un orso divenuto soldato

Un viaggio iniziato nella lontana Persia e concluso molti anni dopo in Scozia. È la straordinaria storia di Wojtek, l’orso bruno che partecipò, insieme ai soldati polacchi, alla liberazione d’Italia.

 

 

Libri: Le Recensioni | 30 Giu 2020 | Il Cobra
Banda Di Fratelli

Sicuramente tutti avrete sentito parlare di Band Of Brothers, la serie dedicata ai para' impiegati sul fronte europeo. Beh, e' la fedele trasposizione di questo libro.

 

Animazione: Le Recensioni | 29 Giu 2020 | MarcoF
The Hollow - Stagione 2

La seconda stagione di The Hollow non è all’altezza della prima, anche se c’è qualche spunto buono.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 01 Ott 2000 | Macros
GDR: I 5 sensi

Tante volte si è detto che giocare a un gioco di ruolo è come girare un film dalla trama solo parzialmente determinata, ma alla fine questo accostamento non è neanche tanto vero poiché un film, per quanto ben girato, non può comunicare che due input sensoriali: la vista e l’udito.

 

Musica: Jukebox | 27 Giu 2020 | Tech-Priest
Frozen Crown - In The Dark

Arrivati al secondo disco, i milanesi Frozen Crown si dimostrano capaci di spiccare in un genere ultra-inflazionato. Sembra proprio che questi ragazzi abbiano una marcia in più.

 

Videogiochi: Le Recensioni | 26 Giu 2020 | Il Cobra
Iwo: Bloodbath In The Bonins

La battaglia di Iwo Jima e' stata una delle piu' sanguinose del teatro Giapponese; ma questo wargame non ne rende degnamente memoria.

 

Racconti: Massive Darkness | 25 Giu 2020 | MarcoF
07 - Il Labirinto Fantasma

Rivivere la prima grande avventura dei Portatori di Luce è stato concesso solo a loro che sono stati chiamati i Cinque.

 

Giochi da Tavolo: Gli Approfondimenti | 18 Set 2000 | Macros
Guano di pipistrello (de rerum magica)

"Era una giornata calda e luminosa sulle colline del Beladan, e un cavaliere solitario si stagliava sulla cima del Colle Vino, così chiamato per le coltivazioni di vite sul lato est."

 

 

Societa' | 23 Giu 2020 | Il Cobra
Il virus fuggito da un mercato militare cinese

Difficilmente riusciremo mai a sapere la verita' sull'origine del Covid-19; ma i dubbi sulla sua creazione in laboratorio sono fortissimi.

 

 

ban49