banner tana fb

 

Star Trek: Discovery - Prima stagione

di MarcoF
Creato: 22 Febbraio 2018

" … là dove nessuno è mai giunto prima!"; mai citazione fu più vera per la Discovery ed il suo equipaggio.

 

Star Trek è un marchio distintivo che rappresenta una delle maggiori serie fantascientifiche mai realizzate. Tutti i fan sanno bene cosa aspettarsi, ma per chi non conoscesse questo universo televisivo, è presto detto: "Spazio: ultima frontiera. Questi sono i viaggi della nave stellare Enterprise. La sua missione è quella di esplorare strani nuovi mondi alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà per arrivare coraggiosamente là dove nessuno è mai giunto prima!".
Innumerevoli sono state le serie televisivie, molteplici i film usciti al cinema, quindi non c'è da sorprendersi se i racconti su questa nave, la Discovery, e sul suo equipaggio, si vanno a piazzare in un momento storico della saga che ancora non è stato raccontato.

La protagonista di questa nuova saga è la specialista scientifica Michael Burnham, una ragazza di colore dall'atteggiamento molto Vulcaniano, e dal passato che nasconde tante sorprese. Tanti sono i personaggi che impareremo a conoscere in questa serie, ma da subito spicca il capitano della Discovery, Gabriel Lorca, il cui atteggiamento aggressivo nei confronti della guerra lascia ben sperare per un proseguo di stagione con tanta azione.

 

 

La prima parte di stagione può essere suddivisa in due tronconi: una prima parte che serve a conoscere l'equipaggio e a capire come funzionano le evoluzioni tecnologiche alla base della serie, e una seconda parte dedicata a narrare le azioni intraprese per fermare una guerra alle porte. Star Trek è sempre stato un prodotto che accoglieva a braccia aperte il motivo trasicnante dei viaggi alla scoperta dell'ignoto, ma ogni tanto le cose andavano male e si doveva anche combattere per sopravvivere. Personalmente parlando, le serie che mi sono piaciute di più sono proprio state quelle in cui l'obiettivo non era semplicemente il viaggio alla scoperta, ma la rincorsa alla sopravvivenza. In questo inizio di serie le cose sembrano essere un buon connubio tra scoperta e sopravvivenza, anche se alcuni episodi mi sembrano più riempitivi che utili alla storia. L'idea tecnologica alla base del racconto che coinvolge la Discovery è molto interessante, lascia molti spunti e tanto mistero sia a noi che seguiamo la serie sia agli autori che possono introdurre novità interessanti in qualunque momento. La fine della prima parte di stagione è disorientante, succede qualcosa di totalmente inatteso che lascia tanti dubbi sul proseguo della storia; un buon colpo di scena in una serie che ha avuto più di un momento fiacco.

L'inizio della seconda parte di stagione ci proietta molto oltre quelle che sono state le mie supposizioni, si arriva a varcare un nuovo confine e questo mi lascia esclamare, per la prima volta:" … là dove nessuno è mai giunto prima!".
Un'inquietante risvolto fa virare verso l'alto una serie che sembrava destinata a ricalcare il percorso un po' banale di altre serie. Esageratamente belle sono le puntate che aprono la seconda parte di stagione; questo cambio d'equilibrio nell'assetto della trama ha fatto nascere una storia fresca e avvincente. Pregne di incertezze sono le azioni intraprese per poter rimediare al disastro in cui la Discovery si è cacciata; il futuro si staglia decisamente oscuro e questi risvolti non fanno altro che aumentare la mia simpatia per questa serie. Tanti piccoli colpi di scena si susseguono uno dietro l'altro, tanti piccoli misteri si svelano e non tutti legati alla nuova condizione in cui naviga la Discovery; alcuni di questi misteri sono legati alla prima parte di stagione che sembra lontana anni luce. Poi, come un fulmine a ciel sereno, la rivelazione, l'epifania che non ti aspetti, il fantastico ed incredibile momento in cui capisci che, fin dall'inizio della serie, ti hanno sviato con tanti piccoli specchietti per le allodole; che tutto era pianificato fin nei minimi dettagli per poter arrivare in quel preciso istante in cui tutta la tua percezione cambia. Da quel momento in poi è tutto un crescendo di avvenimenti, una rincorsa continua che stupisce ed esalta. Questo Star Trek Discovery è stata una sorpresa, una bellissima sorpresa.

 

 

Prima o poi, come tutte le belle cose, la spettacolare parentesi racchiusa in questa prima stagione doveva finire. Il ritrorno alla storia iniziale è stato traumatico; mi ero quasi scordato della trama iniziale. La guerra torna prepotentemente in primo piano, ma le cose sono cambiate parecchio. Strascichi di quella bellissima parentesi rendono più avvincente questo finale di stagione e nuove sorprese cambiano l'assetto che avevamo lasciato. Purtroppo il finale è troppo scontato, troppo banale per una serie che ha raggiunto vette così efficaci; anche con i giusti colpi di scena, si respira un aria buonista che mi lascia infastidito. Davvero un gran peccato, hanno chiuso troppo velocemente la trama principale della prima stagione, poteva essere sviscerata molto meglio; mi consolo con l'ultima scena dell'ultimo episodio che mi lascia sperare in qualcosa di nuovo.

 

Star Trek Discovery - Prima stagione, 2017

Voto: 7,5