Torna la banda dei Dalì di rosso vestiti. Ci sarà ancora la brutalità che ha contraddistinto la terza stagione?

 

Seduto sul mio divano, rigorosamente rosso come le tute della banda dei Dalì, mi accingo a vedere questa quarta stagione della serie televisiva La Casa di carta. Mi ci avvicino con il brutto ricordo della brutalità che ha avvolto la Stagione 3. Le torture su Rio e la condotta estrema dell’ispettore Alicia Sierra hanno sovrastato “l’innocenza” delle prime due stagioni e questo ha inevitabilmente cambiato qualcosa nella chimica vincente della serie.

Ora si riparte dal drammatico finale della scorsa stagione, con un Professore che ha perso la sua lucidità, braccato dalla polizia e apparentemente senza via di scampo. Dentro al Banco de España, la situazione è al limite, la leadership di Palermo è stata messa in discussione più volte da Tokio e Nairobi. La terribile ispettrice Alicia Sierra continua ad inanellare successi dietro successi con mosse di una certa brutalità emotiva ed anche fisica.

La tendenza della terza stagione sembra non cambiare all’inizio di questo nuovo capitolo. Il Professore è braccato ed è reso quasi inoffensivo, Palermo si rivela instabile e discontinuo come c’era da aspettarsi e l’ispettrice Sierra continua a spadroneggiare. Poco a poco la situazione comincia a cambiare, se la trama legata al Professore migliora con lo scorrere delle puntate fino a riconsegnarci una lucida mente analitica che comincia finalmente a fare il suo lavoro, dentro al Banco de España le cose precipitano.

 

 

La banda dei Dalì non ha un attimo di respiro. Denver e Stoccolma sono ai ferri corti, la loro relazione comincia ad avere svariati problemi. Rio, che è finalmente entrato nel Banco de España, si trova a gestire il danno psicologico provocato dalle torture. Tokio assume il comando, ma deve fare i conti con il pericolosissimo capo della sicurezza, che riesce a liberarsi e comincia a seminare il panico. Nairobi, che è stata ferita gravemente da un cecchino, si ritrova appesa ad un filo e solo un intervento chirurgico può salvarla.

Alternate a tutte queste vicende, ci sono molti flashback che raccontano tutta la storia che è alle spalle di questo colpo. Ritroveremo quindi Berlino, morto alla fine della seconda stagione, che ci racconterà come tutto è iniziato e svelerà lo strano e morboso rapporto con Palermo. Per la prima volta incontreremo anche un tipo differente di flashback, usato per raccontare qualcosa di diverso dal passato, una sorta di racconto speciale carico di sentimento, che lo spettatore capirà solo nel finale della stagione.

 

 

La storia si evolve ritrovando un po’ di quella chimica persa nella terza stagione, anche se c’è tanta violenza spesso anche gratuita. Il capo della sicurezza, che ha sicuramente portato grande scompiglio e ha violentemente colpito più di un membro della banda dei Dalì sia fisicamente che psicologicamente, detiene sicuramente il primato della brutalità, ma ci sono altri personaggi che competono per il primato di più infame. Mi piacerebbe sapere chi per voi vince il premio di più bastardo, per me se la giocano Arturo Román e l’ispettore Alicia Sierra.

Pesanti colpi di scena si susseguono verso il finale di stagione. La “Guerra” promessa sin dalla fine della scorsa stagione entra nel vivo. Chi tira le redini di tutto è un ritrovato Professore, che assesta diversi “missili” scompigliando le carte in tavola a tal punto da riportare un’importante vittoria per i Dalì.

Tirando le somme, questa quarta stagione va in crescendo, anche se non si è del tutto scrollata di dosso quella brutta sensazione di brutalità che ha pervaso la precedente. Il personaggio più discutibile ma anche più interessante è sicuramente l’ispettore Alicia Sierra, provocatoria e senza scrupoli, ha comunque il gran merito di lottare con il Professore ad armi pari. Forse assisteremo finalmente ad un buon confronto tra due strateghi di alto livello. Per il resto, attendiamo la quinta stagione per capire se questa rapina si concluderà, oppure avrà ancora qualcosa da farci vedere.

 
La casa di carta - Stagione 4, 2020
Voto: 6.5

 

ban49