Cerca

 

banner tana fb

 

Blue Submarine N.6

di Andrea Morsani
Creato: 18 Gennaio 2018

Un anime a puntate troppo breve per poter approfondire degnamente tutti i temi che introduce.

 

20180118 bluesub3

Blue Submarine N.6 e’ ambientato in un prossimo futuro, e ci catapulta nel mezzo di un conflitto tra gli esseri umani ed una razza mutante originaria degli oceani; una lotta senza pieta’ che e’ destinata a vedere l’estinzione di una delle due razze. La nostra Terra e’ in buona parte sommersa per via dello scioglimento dei ghiacci, e la battaglie si combattono lungo le coste. L’umanita’ sta avendo la peggio, con lo scienziato rinnegato Zorndyke che minaccia l’apocalisse alla guida dei mutanti.

La trama di questo anime e’ interessante, ma e’ confusa e poco sviluppata. Saremo vicini agli esponenti piu’ importanti dell’equipaggio di uno degli ultimi sottomarini da combattimento della flotta internazionale, ma non si accennera’ quasi mai al loro lato umano. E’ tutto funzionale alla storia principale, e non c’e’ molto spazio per i dettagli. Forse una questione di fondi, forse una questione di mancanza di esperienza e di idee, ma condensare tutto in 4 episodi da 25 minuti non e’ di certo una scelta vincente. C’era materiale per molti altri episodi senza rischiare di allungare il brodo, ma la direzione presa e’ stata un’altra. I tanti risvolti sociali, politici, tecnologici e umani sono, se presenti, appena accennati. E’ un vero peccato, perche’ cosi’ la serie pecca di superficialita’.

 

20180118 bluesub4

 

La maggior parte del tempo lo passeremo in piena azione, nei combattimenti dove l’aspetto realizzativo dell’anime da’ il suo meglio: un curioso connubio fra animazioni tradizionali e computer graphics che non risulta necessariamente in un pugno nell’occhio, anche se lo stacco e’ evidente. Rimango pero’ del parere che un’opera debba essere interamente realizzata seguendo lo stesso stile, e che questi esperimenti dovrebbero essere riservati a cortometraggi dedicati.

 

20180118 bluesub2

 

La storia, come detto, e’ putroppo poco sviluppata, eppure si tiene in piedi. Non ci sono grossi buchi o forzature, sebbene si salti spesso da una situazione ad un’altra con troppo stacco. E' sempre presente una atmosfera da fine del mondo, che per certi versi e con le debite proporzioni mi ha ricordato Evangelion (uscito proprio in quegli anni); ma ancora una volta poteva essere molto piu’ permeante nello sviluppo della storia. Anche l’aspetto serioso, quello che dovrebbe farci ragionare su certi aspetti della nostra vita contemporanea, sul modo in cui viviamo, come sfruttiamo il pianeta e di come ci relazioniamo l’un l’altro, e’ appena accennato.
I personaggi sono realistici, complessivamente, tenendo presente che i giapponesi non riescono a non inserire protagonisti molto giovani, cosi’ da rendere il prodotto piu’ appetibile al pubblico principale di riferimento; per lo meno non ci sono grandi nudita’ o situazioni pruriginose come in altre produzioni.

 

20180118 bluesub1

 

Blue Submarine N.6 e’ il primo lavoro dello studio Gonzo, team d’animazione giapponese che non ricordiamo per grandi capolavori, ma che ha realizzato fra gli altri Last Exile, un film di Bayonetta ed uno di Final Fantasy.

In sede di giudizio, sono molto dibattuto sul valutare Blue Submarine N.6. Per certi versi mi trovo in una situazione simile a quella di St.Luminous High School, dove qui il lavoro e’ pero’ senz’altro piu’ raffinato. Senza voler pensare a quel che potrebbe essere stata, questa serie raggiunge una sufficienza stiracchiata. Pero’ tutta quella possibile carne al fuoco mai sviluppata... grida vendetta.

 

Blue Submarine N.6, 1998

Voto: 6

ARTICOLI RECENTI IN QUESTA CATEGORIA