Lontani sono i tempi in cui lo si definiva "il maestro dell'horror": anche Insomnia e' un romanzo noioso ed inutilmente lungo.

 

20190607 insomnia

 

E' innegabile come Stephen King sia uno scrittore dagli ottimi spunti (o dagli ottimi suggeritori). Molti dei suoi racconti prendono vita da situazioni decisamente intriganti; eppure spesso l'enorme potenziale viene sprecato con romanzi privi di mordente e che tendono ad allontanare il lettore. Insomnia e' uno di questi casi: ci troviamo immersi in una storia che ha tutti i numeri per essere un mezzo capolavoro ma che non decolla mai.

E' la storia di un vecchietto affetto da una forma sempre piu' importante di insonnia, durante la quale sviluppa la capacita' di vedere luci e forme invisibili alle persone normali. Mentre cerca di capire se sta impazzendo o ha effettivamente dei poteri speciali, la tensione nella cittadina in cui vive cresce a causa di un forte scontro tra abortisti e pro-vita.

Come dicevo, Insomnia presenta degli spunti interessanti, ma il racconto si sviluppa lento e noioso. Le centinaia di pagine scritte in cui non succede nulla di rilevante sembrano quasi il frutto di un obbligo contrattuale, di un tentativo di riempire fogli un tanto al chilo; eppure se si fosse adottato uno stile piu' snello, tagliando i due terzi dello scritto, ci saremmo trovati di fronte ad una storia accattivante, in grado di catturare il lettore.

Per come e' scritto il romanzo, si fa anche fatica a ricollegare i nomi di molti dei coprotagonisti, chi sia chi e cosa faccia, e la voglia di mollare la lettura e' forte.
Ci sono un paio di punti, nella storia, in cui sembra finalmente ci sia un'accelerazione associabile a quelle dei romanzi classici di Stephen King, ma sono speranze vane: ci si ritrova con un tomo dalla difficile lettura ed incapace di suscitare empatia o semplice interesse nel lettore.

Insomnia poteva essere un buon libro, ma mi pento del tempo perso a leggerlo. Non posso che raccomandare di starne lontano, come da tutti i libri recenti di Stephen King. Che delusione.

 

Insomnia, 1994
Voto: 4.5

 

ban49