La regola d'oro: se funziona, non toccarlo. Valve, con Steam, continua ad infrangerla rendendo impossibile la vita dei suoi clienti.

 

20191103 steamui1

Diciamolo: Valve e' gestita da una banda di minorati mentali. Se non fosse che si sono trovati per le mani una gallina dalle uova d'oro (alla quale non avevano lontanamente pensato), la societa' di Gabe Newell sarebbe sparita da tempo.

Incapace di pubblicare videogiochi di rilievo dopo Half-Life 2, ha cavalcato l'onda di Steam rendendolo di fatto lo store principale per i videogiochi su PC. Ricordiamolo: all'origine era solo un modo per combattere la pirateria, forzando l'autenticazione online dei propri clienti in modi brutali e privi di raziocinio, fino al punto di interrompere le loro partite per mancanza di pianificazione come ai tempi di Day of Defeat.
Fino a oggi chiunque volesse vendere i suoi titoli doveva passare per il capestro della societa' statunitense: un 30% netto che entra nelle tasche di Steam, che non ha mai investito nel migliorare il servizio come richiesto dagli utenti (a partire dalla gestione del service desk, che spesso latita, alla platea di titoli-spazzatura pubblicati, passando poi per le recensioni pubblicabili pur avendo giocato appena un minuto, fino ai crash e ai problemi tecnici che talvolta affliggono la piattaforma).

 

20191103 steamui8

Spazi inutilizzati e al tempo stesso e' impossibile trovare i vecchi link 

 

Ora che lo store di Epic sta prendendo piede grazie a continui giochi gratuiti e prezzi piu' bassi grazie ad una percentuale piu' umana nei confronti degli sviluppatori, Valve e' nel panico; sta perdendo grosse fette di mercato e vuole correre ai ripari. Come? La pensata geniale e' stata quella di rendere "social" la lista dei giochi in proprio possesso, da cui noi giocatori andiamo per scegliere con cosa passare il tempo. Un"libreria" che funzionava benissimo e che non aveva bisogno di alcun miglioramento: semplice, lineare, completa, forniva rapidamente tutte le informazioni ed i collegamenti di cui si aveva bisogno.

 

20191103 steamui7

Gia' mi manchi, vecchia interfaccia

 

La nuova interfaccia e' terrificante: piena di informazioni completamente inutili, di colori qua e la che impediscono di focalizzarsi sulla lista dei giochi in proprio possesso, incentrata sugli inutili screenshot degli altri giocatori; i link ai manuali di gioco sono stati rimossi (grazie, davvero!!!) cosi' come le notizie ufficiali, che prima apparivano in primo piano sotto il titolo. Ridicolo, poi che i giochi condivisi, appartenenti ad un amico, non siano piu' sotto una categoria a parte ma che abbiano una minuscola sotto il titolo, creando solo confusione. Ma a cosa pensavano questi geni?

 

20191103 steamui3

Ma che mi frega degli screenshot? Voglio avere le ultime novita' sulle patch in arrivo piuttosto!!

 

L'interfaccia stessa e' piena di bug: se installi un gioco rischi di non poter accedere alla lista dei tuoi giochi fino a che non ha finito, ci sono errori grafici e talvolta si ha un crash completo dell'applicazione. Senza considerare l'utilizzo spropositato della RAM, fino a 1 GB, che non ha nessuna ragion d'essere.

 

20191103 steamui2

Interi pezzi di interfaccia che non si aggiornano finche' non ci passi il mouse sopra

 

I forum di Steam sono stati assaltati dagli utenti avvelenati da questo cambio inutile e dannoso, tanto che i moderatori hanno in un primo tempo tentato di censurare i post sgraditi, ma sono stati in breve sommersi dalla valanga di critiche. Solo le riviste di settore, prezzolate come al solito, hanno incensato la nuova interfaccia; di buono ha la possibilita' di creare dei gruppi di gioco in automatico, mettendo insieme titoli simili - cosa utile esclusivamente per chi non ha alcuna cura nel mettere in ordine i propri titoli quando se ne possiedono molti.

 

20191103 steamui4

Letteralmente MIGLIAIA di post di gente incazzata solo su forum di Steam. Poi c'e' Reddit, Facebook...

 

L'unica cosa che noto di positivo e' che finalmente i titoli gratuti non scompaiono dalla libreria quando vengono disinstallati - ma cosi' facendo mi sono trovato tanti titoli che avevo gia' finito o che non avevo mai installato, tipo Destiny 2... una mossa di marketing?

 

20191103 steamui7

I giochi a sinistra con un font luminoso, a destra roba piena di colore. Giuro, non riesco a leggere i titoli dei miei giochi

 

Staremo a vedere cosa succedera' nelle prossime settimane. La massa di giocatori chiede espressamente ed a viva voce di tornare immediatamente alla vecchia interfaccia, ma sappiamo bene che Steam non torna mai indietro sui propri passi nemmeno quando e' palesemente in torto. Io continuo a chiedermi: ma perche' la gente non ragiona prima di fare le cose?

 

20191103 steamui6

 

ban49