Una nicchia del mercato dei videogiochi e' quella dei manageriali. In questo ambito, poter gestire una scuderia era un'esperienza che mancava dalla meta'  degli anni '90.

 

20181116 motorsport1

 

Chi si ricorda di Grand Prix Manager? Si tratta di un titolo pubblicato dalla compianta Microprose nel 1995 che traccio' la via per la realizzazione di giochi dove si viene messi a capo di una scudera automobilistica. Il seguito Grand Prix Manager 2 (1996) ne raffino' le dinamiche, mentre il sequel Gran Prix World usci' nel 2000 insieme a F1 Manager della EA; del 1997 e' invece F1 Manager Professional, della Software 2000. Di questi titoli solo GPM2 ha parzialmente resistito agli anni, sia per la semplicita' dello schema di gioco, lineare e divertente, che per una mancanza di alternative.

Dopo tanti anni, finalmente e' arrivato un degno sostituto che sia sufficientemente dettagliato e divertente. Motorsport Manager, edito da Sega, esce nel 2016 e attraverso una serie di patch ha oggi raggiunto un livello di maturita' che lo rendono il punto di riferimento della categoria.
Vediamo le dinamiche di gioco.

 

20181116 motorsport2

 

Il gioco presenta diverse categorie: i campionati monoposto, quelli endurance e quelli GT. Cambiano i modelli delle auto e le regole del singolo campionato, ma non la struttura principale: innanzitutto dovremo gestire lo staff ed i nostri capotecnici, sviluppando la macchina nelle sue diverse componenti, scegliendo mano mano la priorita' ed i dettagli di ogni componente. Ci sono i piloti, che a seconda di come li abbiamo inquadrati alla firma del contratto si aspettano vetture alla pari o che abbiano componenti superiori alla media del campionato; ed infine gli sponsor, che sono il mezzo principale per sbarcare il lunario. Ovviamente meglio ci piazzeremo in gara, piu' gli sponsor saranno inclini ad offrirci contratti migliori, piu' il nostro Presidente sara' felice dei nostri risultati; e questa e' una cosa da tenere bene a mente se non vogliamo essere licenziati a meta' stagione ed essere costretti a cercare un ruolo da Team Manager in qualche altra scuderia.

 

20181116 motorsport3

 

Una volta preparata la vettura, inizia il weekend di gare; e' presente una sessione di prove libere, fondamentale per capire il setup appropriato per ogni pilota e per migliorare le performance della vettura su quello specifico tracciato. Nei pochi minuti a disposizione dobbiamo cercare di ottimizzare il risultato, visto che avra' un impatto sensibile durante le qualifiche e la gara, e la cosa non e' sempre di semplice realizzazione. Non sono molti i parametri su cui mettere mano, ma spesso uno influenza l'altro, quindi e' difficile trovare un equilibrio perfetto.
Le qualifiche non meritano molte spiegazioni, se non che e' presente una specie di minigioco in cui durante il giro di lancio dovremo costantmente regolare a manina lo stile di guida del pilota; un tedio mortale, che possiamo evitare decidendo di utilizzare un sistema automatico che ovviamente non fornisce mai il risultato migliore. Una cosa che poteva tranquillamente essere evitata.

 

20181116 motorsport4

 

La gara invece vede la strategia al centro dei nostri pensieri; occorre capire il meteo, il numero di soste da fare, quali gomme montare e quanto carburante mettere in vettura (piu' carburante significa piu' peso e quindi meno velocita'). Purtroppo le informazioni necessarie a stabilire la nostra tattica non sono immediatamente reperibili, ma vanno cercate un po' qua e un po' la', su diverse schermate, non agevolando di certo il nostro lavoro. Questa confusione sulle informazioni e' un male diffuso in questo gioco; anche dopo averci giocato parecchio non troveremo mai quel che cerchiamo con immediatezza.
Durante la gara potremo gestire la condotta di guida nei nostri piloti, decidendo se e quando spingere di piu' in base alle condizioni della pista, delle nostre gomme e di quanto sono danneggiate le componenti dell'auto. La differenza fra uno stile e l'altro e' percepibile a vista, mentre i tempi sul giro sono una informazione ancora una volta da andare a cercare col lanternino, come la condotta di guida degli altri piloti; piuttosto assurdo.

 

20181116 motorsport5

 

Quello che succede in pista lo vediamo da una prospettiva a volo di uccello, e lo zoom arriva fino ad un certo punto; non avremo modo di vedere i particolari, ma i sorpassi sono abbastanza visibili (anche perche' i nostri piloti sono ben evidenziati). C'e' anche stavolta carenza di informazioni su quel che succede in gara; si sarebbero potuti aumentare i messaggi a schermo, magari notificando i sorpassi fra altri piloti o di problemi tecnici in arrivo (visto che l'icona e' presente sulle macchinine e quindi non e' un segreto); invece queste notizie, che avrebbero aumentato il coinvolgimento, sono omesse; non e' nemmeno possibile rivedere i replay dei punti salienti della gara. Un peccato.

Fra una gara e l'altra avremo una serie di cose da gestire.
Intanto, i contratti: non per tutti quelli in scadenza ci arriva una notifica; cosi' dobbiamo costantemente vedere ogni singola scadenza fra una gara e l'altra. Per i meccanici ai box questo e' molto pesante: per poter vedere quante altre gare rimarranno con noi dovremo aprire la scheda di ognuno di loro. Perche' non e' stata messa una tabella riassuntiva?
Se poi mettiamo sotto contratto piloti o tecnici, il trasferimento e' immediato; davvero assurdo che non si possa lavorare con mesi di anticipo sfruttando i contratti in scadenza per iniziare la stagione successiva con uno staff rinnovato. Peraltro, abbiamo un ristretto margine di negoziazione con lo staff che ci interessa e poca indicazione di quanto si aspettano gli offriamo, e se sbagliamo la proposta rischiamo di bruciarci il contatto definitivamente - una cosa inutilmente punitiva, specialmente se stiamo rinnovando un nostro pilota o una persona chiave del reparto sviluppo.

 

20181116 motorsport6

 

Cosa interessante e' che in base al regolamento del campionato (che puo' variare da una stagione all'altra in seguito ad una serie di votazioni), le gare possono pesantemente influenzate. Gomme che si usurano piu' o meno velocemente incidono sulla pianificazione delle soste ai box (tenendo conto che avremo sempre due mescole da asciutto e due da bagnato fra cui scegliere), cosi' come la capacita' massima del serbatoio (ammesso che sia concesso il rifornimento in gara). Avremo delle votazioni, di tanto in tanto, a cui prenderemo parte, e che influenzeranno direttamente i cambiamenti della stagione successiva; il problema e' che ancora una volta si rischia di non avere i dati necessari per prendere la giusta decisione: come faccio a sapere se quel tracciato su cui non abbiamo ancora corso lo voglio levare o tenere nel calendario? Perche' non mi si mostrano nel dettaglio i parametri di riferimento?

 

20181116 motorsport8

 

Una incredibile inconsistenza e' che passando il cursore sui valori dei parametri del nostro staff ci viene spiegato ogni skill cosa influenzi, ma lo stesso non succede coi piloti! E' vero che molte sono facilmente inutibili o che possiamo trovare le informazioni su internet, ma e' davvero una cosa inspiegabile.

Altre note negative sono gli infiniti caricamenti fra una sessione e l'altra, completamente inspiegabili e l'impossibilita' di filtrare oppure ordinare in qualche modo i settaggi aerodinamici che abbiamo salvato (e quindi ci troveremo presto con una ingestibile lista di settaggi fra cui cercare). Inoltre a volte le affermazioni dei piloti o dei giornalisti (robe che fanno piu' colore che altro) sono completamente sballate; in altre occasioni non sono proprio tradotte, risultando in un errore. E se durante un intervista non sappiamo cosa rispondere perche' una delle opzioni e' /$param(143) capite bene che i rischi di far danni con gli sponsor o il presidente sono elevati.

Infine, una nota radical chic pure qui: la quantita' di uomini e donne presenti nel gioco e' uguale, cosa assolutamente fuori contesto visto che gli sport motoristici sono storicamente a completo appannaggio del mondo maschile. Qui invece non c'e' modo di evitare ne' questa invasione femminile, ne' i numerosi messaggi di fan omosessuali nei confronti dei piloti. Uno schifo vero, un fastidio inutile causato dall'ennesima genuflessione fatta alla teoria gender. Vogliamo tenere fuori la politica e le ideologie dai videogiochi, grazie?

 

20181116 motorsport7

 

Nonostante questi difetti grandi e piccoli, il gioco e' godibilissimo. Scorre leggero e ci regala momenti di gloria o sofferenza che vengono tradotti in soddisfazione concreta quando raggiungiamo un risultato insperato. E' difficile scalare le classifiche, nel corso degli anni, se si guida una scuderia che parte svantaggiata, ma e' possibile cambiare casacca e finire in un top-team. Non essendoci licenze ufficiali, tutti i nomi ed i tracciati sono diversi da quelli che ci si aspetta, ma grazie alla possibilita' di modificare i file di gioco non e' difficile trovare un mod che riporti alla realta' i nomi di piloti e scuderie. Addirittura c'e' un mod per la MotoGP e le categorie inferiori! Non e' possibile invece aggiungere altri tracciati, ma quelli che ci sono hanno parecchie configurazioni e i calendari non sono troppo monotoni.

E' un gioco in cui potrete facilmente perdervi e passarci tanto di quel tempo da non accorgervene. Manca di rivali ed alternative, e sarebbe potuto diventare un piccolo capolavoro con piccoli accorgimenti, ma e' giocabile anche cosi'. Gli amanti degli sport motoristici e dei manageriali lo apprezzeranno senz'altro.

 

Motorsport Manager, 2016
Voto: 7

 

ban49