Spero vivamente che nessuno di lor signori lettrici e lettori (tiè senti che rima!) abbia speso una lira per andarsi a vedere il film di Paolo Benvenuti Segreti di Stato (tiè arisenti che rima!). Per evitarvi la pena di vederlo, ne riassumerò la trama in poche righe, così che possiate farvi un’idea di cosa tratti.

 

20031215 segretidistato1

 

Innanzitutto sappiate che il film narra la vicenda a partire dall’episodio della famosa strage di Portella della Ginestra: il 1° Maggio 1947 il bandito Giuliano e i suoi sgherri spararono sui popolani che stavano festeggiando la vittoria elettorale delle sinistre assieme ai rappresentanti dei socialisti, massacrando decine di persone, tra cui dei bambini. Poco tempo dopo la Banda Giuliano fu sgominata e lo stesso Giuliano ucciso dal suo braccio destro, Gaspare Pisciotta, che poi morì in carcere avvelenato, durante il processo nel quale aveva minacciato clamorose rivelazioni. La pellicola naturalmente si basa su una rigorosa indagine, vantando addirittura nella consulenza storica il noto studioso Nicola Tranfaglia, oltre che (ma sotto falso nome) Fox Mulder, Peter Kolosimo ed un misterioso informatore chiamato “Gola Profonda”.

La trama del film parte dalle indagini dell’avvocato di Pisciotta. Costui è un tizio che non sa come sia possibile che 11 persone sparino 800 colpi in 10 minuti (ovvero 80 colpi al minuto, diviso 11 persone, di cui una con mitragliatrice… io mi stupisco che non siano 8000 colpi…), che dentro casa c’ha il plastico di Piana degli Albanesi e pure i proiettili nel cassetto, e che si fa le pippe mentali. Infatti ogni volta che va a parlare con il suo assistito finisce che quello gli sòla un pacchetto di sigarette (che nel ’47 costavano un occhio) solo per fargli i giochetti a dama. E cosa gli rivela Pisciotta? Un sacco di cose, cui l’avvocato crede immediatamente: d’altronde come non fidarsi di un onesto pentito che ha solo sparato alla schiena al suo capo nonché cognato? E dunque l’avvocato, grazie al sosia di Paolo Stoppa che gli fa da assistente, inizia una epica inchiesta in loco.

 

20031215 segretidistato2

 

E scopre cose incredibili, che devono rimanere segreto di stato (fffffffffhhhhh vento tenebroso…!)

Infatti a Portella forze occulte e antidemocratiche hanno sparato addosso alle avanguardie comuniste del proletariato per distruggere la democrazia in Italia!
- Ma a Portella della Ginestra comunisti non ce n’erano! – obbietta allora qualcuno nello staff del film.
- Non importa. – risponde Tranfaglia, vestito come il cavaliere dell’apocalisse, con lo sguardo fisso all’orizzonte dove sorgerà il Sol dell’Avvenire – Noi comunisti siamo ovunque il popolo sia oppresso e sofferente. -
- E dove non è oppresso e sofferente? -
- Allora andiamo noi ad opprimerlo e a farlo soffrire. -
- Ah. -

E quindi l’avvocato si avvicina sempre più alla verità: ma siccome è rincoglionito ha bisogno dell’aiuto di un vecchio geronte che tra un comizio e l’altro fa l’avvocato anche lui, e che ha come hobby la collezione di busti di Marx e figurine della Panini. Infatti, dopo aver finito quelle del Feroce Saladino, l’album dei calciatori 1946-47 e quello del Giro d’Italia, ha deciso di fare quelle dei Nemici del Progresso e della Democrazia. Ovviamente ci sono Allen Dulles (capo dei servizi segreti americani), i lanciagranate, il Papa, Andreotti, la Decima MAS, Juri Caesar, la Marchesa Dianosh, il Dottor Inferno, il Barone Ashura e il Trio Drombo. Quindi le dispone sul tavolo come per fare un solitario (sottile metafora: il solitario... le pippe mentali e non solo... ah! Candidatelo all’Oscare!) e inizia a spiegare l’arcano all’avvocato:
- Sappi, giovane Jedi... -
- Guardi avvocato ha sbagliato film... -
- Ma de che? il male è uguale ovunque, in qualsiasi pellicola si veste sempre di nero. Non ti puoi sbagliare, se vedi uno vestito di nero è il male. Anche i darkettoni e i metallari sono maligni, non vanno a messa, bestemmiano e sono antidemocratici! -
- Avvocato, qui si divaga... -
- Ah, si, veniamo a bomba. -
- Allora, oh difensore della giustizia proletaria, sappi che, come tutti sapranno nel 2003 perché (come Tranfaglia e Benvenuti) ci sarà Stargate tutte le domeniche sera, i nazisti hanno lanciato dei missili sulla Luna prima di essere annientati dagli Alleati. -
- E’ ‘o ver’? - chiede l’avvocato strabuzzando gli occhi, mentre il vecchio relitto dispone le carte sul tavolo più vicino alla finestra che ha. -
- E che ti racconto palle? Io mi sono documentato da una commissione dove c’era Nicola Tranfaglia e Fox Mulder! Stai zitto e guarda il solitario! Nelle basi segrete sulla luna, dove stanno preparando la riscossa grazie al loro Hitler biomeccanico, i nazisti hanno scoperto nientedimeno che gli Invasori di Vega, che poi altri non sarebbero che quelli che migliaia di anni fa hanno edificato le piramidi d’Egitto e Maya. -
- Ma i nazisti odiano gli uomini come loro, figurarsi gli alieni che non sono biondi...-
- Macchè! Essi mettono da parte il loro razzismo e fanno un patto anticomintern interstellare. Infatti gli alieni, in quanto sfruttatori del proletariato egitto, o egizzio, per la creazione delle piramidi, sono i più adatti a formare coi nazi, la CIA e i democristiani il grande fronte anticomunista unito. -
- Mè’ cojoni... -
- E poi hanno fatto l’attentato a Togliatti, hanno fatto sparire gli aerei alle Bermuda e rapiranno Elvis, poi finanzieranno Bin Laden e Saddam, in previsione di scatenare un bel po’ di guerrette in giro per il mondo. -
- Ma come fanno gli alieni nazisti ad ammazzare la gente? Usano la bomba acca o il cannone ad onde moventi della Corazzata Spaziale Yamato? -
- Nulla di tutto questo! Sennò è troppo facile! E noi che film ci facevamo? Reclutano alcuni mercenari, tra gli ex fascisti repubblicani, che, notoriamente, amavano la CIA, che, notoriamente, erano gli unici ad usare i lanciagranate durante la guerra, e che, notoriamente, urlavano “hurrà” e non “alalà”, e li usano per sparare addosso ai comunisti a Portella. -
- Ah, ecco - dice l’avvocato che crede d’aver capito il bandolo della congiura e la cura contro la forfora, il mal di fegato e le unghie incarnite - e qui sulla terra il loro referente ovviamente è...- Una folata di vento improvviso spazza via le figurine dal tavolo. Non sapremo mai chi è la longa mano della congiura internazioAnale, interstellare, intergalattica contro il comunismo e la democrazia. La magia è finita. Il film pure. E i soldi dal portafogli sono sfuggiti malinconicamente verso le tasche di Benvenuti e Tranfaglia...

 

Segreti di Stato, 2003
Voto: 1

 

ban49