Un capolavoro di sentimenti, Il Grande Cocomero e' un film eccezionale che non puo' non commuovere.

 

20190218 grandecocomero1

 

Sulla fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, la cinematografia italiana ha conosciuto un periodo di ottime produzioni, piene di spessore e carattere nonostante gli scarsi mezzi a disposizioni. Nel 1993, Francesca Archibugi ci regala questo bellissimo Il Grande Cocomero, un vero capolavoro che, nonostante i premi ricevuti, non ha ricevuto l'attenzione che meritava.

Sergio Castellitto interpreta i panni di un neuropischiatra infantile, invischiato in una vita priva di momenti sociali ed abbandonato dalla moglie. Intorno a lui ruotano una serie di figure che vivono anche loro di poche luci e molte ombre; dai colleghi di reparto ai piccoli pazienti, le loro esperienze sono tutte tristi e difficili. Fra tutte spicca la storia della ragazza affetta da epilessia impersonata da Alessia Fugardi; fra i due scatta un'amicizia tanto forte quanto contrastata, che in qualche modo aiuta entrambi a sopravvivere le loro sventure.

 

20190218 grandecocomero3

 

La regista Francesca Archibugi e' bravissima a tratteggiare un universo vivo, realistico e toccante. Non ci troviamo di fronte ad un film dove il dramma e' dato in pasto allo spettatore o dove ci si improvvisa medici d'assalto; tantomeno si tratta di un coacervo di storie in stile reality. Francesca Archibugi disegna un mondo che non e' altro che lo stesso mondo che viviamo tutti noi, fatto di quotidianita', di cose semplici, di problemi, ma soprattutto di emozioni e di sentimenti; racconta la vite di persone normali, vere. Il risultato e' una immediata sintonia fra pellicola e spettatore, la cui attenzione e' rapita fin dai primi momenti.

La fotografia e' volutamente grezza, cosi' come il comparto sonoro. Una sorta di realizzazione lo-fi tipica delle prime realizzazioni della regista romana e che regala un tono ed un'atmosfera particolarmente azzeccati visto lo stile ed il ritmo della narrazione.

 

20190218 grandecocomero2

 

Bravissimo Sergio Castellitto, alle prese con le difficolta' sia della vita professionale che di quella privata, ed incredibile Alessia Fugardi, della quale purtroppo in seguito non troveremo importanti tracce nella cinematografia nazionale. Accanto a loro un cast validissimo con Anna Galiena, Armando de Razza, Lucia Betti, Gigi Reder e Raffaele Vannoli. Un blocco di attori granitico che arricchisce ancora di piu' una pellicola gia' magnifica.

Il Grande Cocomero e' un film semplice, lineare, diretto, scritto e diretto con amore, e che anche per questo tocca le corde giuste. Non stupisce sapere che anche Mignon e' Partita, altra piccola perla di quegli anni, vede dietro la macchina da presa sempre Francesca Archibugi.
Da vedere, entrambi, assolutamente.

 

Il Grande Cocomero, 1993
Voto: 9

 

ban49