Ci sono tragedie e tragedie. Ci sono quelle in cui le economie occidentali sono direttamente coinvolte, dove interessi particolari o pubblici sono minacciati, o dove cittadini occidentali corrono un grande rischio per le proprie vite; ci sono quelle poi in cui il mondo che conta decide che non vale la pena sporcarsi le mani. E poco importa se in dieci mesi ci scappano un milione di morti.

 

Hotel Rwanda è un film del 2004 che racconta le reali vicissitudini di alcuni profughi durante i massacri etnici fra Hutu e Tutsi, incentrando quasi tutti i momenti sulle difficoltà e il terrore vissuto dal Paul Rusesabagina, direttore di un hotel Sabena a 4 stelle, ruolo che gli consentirà di temporeggiare, alla ricerca di una impossibile via di fuga per la sua famiglia e gli oltre mille profughi rifugiati nella struttura alberghiera, mentre fuori dal cancello corpi mutilati e sangue coprono letteralmente le strade.

 

20120923-rwanda1

 

Hotel Rwanda è un film che ti prende letteralmente alla gola. La sapiente regia di Terry George ci fa calare nel dramma garantendo quel cambio di pathos nel momento in cui iniziano i massacri; ci mostra come repentinamente la vita di tutti i giorni, quella che si dà per scontata, può cambiare per sempre, gettando chiunque in un incubo in cui si è costretti a pensare a come suicidarsi piuttosto che morire in modo orribile a colpi di machete. Ci si incolla allo schermo, non si riesce a distrarsi un secondo nemmeno volendo; la tensione è sempre alta, e anche gli eventi che lecitamente ci si può attendere giungono forti e d'impatto.

 

20120923-rwanda2

 

Ottimo protagonista è Don Cheadle, che ricordiamo in Hamburger Hill e in numerose pellicole minori, fra cui Darfur Now, altro lavoro dedicato alle tragedie africane. Cheadle è in grado di trasmettere il senso di insicurezza che vive e come al tempo stesso tenti di mantenere l'ordine e la calma nell'albergo, unico modo per tenere unite le persone e tentare di salvar loro (e a se stesso) la vita. Altrettante lodi si possono fare per Nick Nolte, il generale canadese dei Pacekeepers dell'ONU ben conscio di quanto le sue mani siano legate e di come il mondo ricco non abbia interesse nel genocidio rwandese. Altre interessanti partecipazioni al film si devono a Joachim Phoenix, Jean Reno e Roberto Citran.

 

20120923-rwanda3

 

Hotel Rwanda è una perla che non deve essere dimenticata, un modo utile per aprirci gli occhi su quello che il mondo occidentale potrebbe e dovrebbe fare per aiutare le popolazioni africane, che scontano anche i danni provocati dal colonialismo europeo. Sa toccare il cuore senza mai scadere di tono o sembrare forzato. Il racconto dei veri fatti dell'Hotel des Milles Collines è fatto senza retorica, che è sicuramente il modo migliore per veicolare un messaggio importante e che è forse troppo scomodo per essere raccolto da chi conta davvero.
Bellissima inoltre la canzone di Wyclef Jean, Million Voices, che chiude il film, e che potrete facilmente trovare su youtube.

Per chi volesse approfondire il discorso sul genocidio rwandese, consiglio Shooting Dogs, mentre un altro bellissimo film sull'immobilismo europeo è No Man's Land, ambientato nel conflitto serbo-bosniaco.

 

20120923-rwanda4

 

Hotel Rwanda, 2004.
Voto: 8.5

ban49

 

Film: Le Recensioni | 07 Ago 2020 | Il Cobra
Prendi I Soldi E Scappa

Il film d'esordio di Woody Allen è un divertentissimo susseguirsi di battute e situazioni surreali.

 

Film: Le Recensioni | 04 Ago 2020 | Il Cobra
Doom

E' piuttosto raro che le trasposizioni cinematografiche siano all'altezza dei film da cui traggono origine. Doom non si discosta dallo standard.

 

Animazione: Le Recensioni | 03 Ago 2020 | MarcoF
Ghost in the Shell: SAC_2045 - Stagione 1

Hai a che fare con un mito dell’animazione giapponese e che cosa fai? Lo ammazzi con una pessima computer grafica. ASSASSINI!

 

 

Musica: Jukebox | 01 Ago 2020 | Tech-Priest
Rammstein - Ohne Dich

In mezzo a tanto pesante industrial, i Rammstein dimostrano di avere anche della poesia da offrire ai propri fan, e non solo a loro... Un pezzo, e un video, che mi hanno sorpreso.

 

Videogiochi: Le Recensioni | 31 Lug 2020 | Il Cobra
Hero Of The Kingdom

Se siete in un momento di stress o se volete giocare a qualcosa senza pensare troppo, Hero Of The Kingdom potrebbe essere una buona opzione.

 

Serie TV: Le Recensioni | 30 Lug 2020 | MarcoF
Runaways - Stagione 2

Sei adolescenti in fuga dai loro genitori.

 

Film: Le Recensioni | 28 Lug 2020 | Il Cobra
La Casa 2

Cosa porta Sam Raimi a fare un seguito che invece di un seguito e' un remake del suo film di sei anni prima?

 

Serie TV: Le Recensioni | 27 Lug 2020 | MarcoF
Dark, Stagione 3

Ci si deve impegnare un bel po’ per seguire Dark, ma ne vale davvero la pena?

 

Musica: Jukebox | 25 Lug 2020 | Tech-Priest
Dire Straits - Sultans Of Swing (Alchemy Live)

Un classico immortale come Sultans Of Swing reso ancora più entusiasmante in questa impareggiabile versione live.

 

Film: Le Recensioni | 10 Apr 2003 | Tech-Priest
Giorni Contati

Premessa per chi si appresta a leggere: in questo articolo dico le parolacce! (ooooohhhh... era ora.... N.d.Cobra)

 

Manga e Fumetti: Le Recensioni | 23 Lug 2020 | MarcoF
Pandemonium: Majutsushi No Mura

Una storia particolarissima, che ti coinvolge emotivamente e ti rapisce graficamente.

 

Film: Le Recensioni | 21 Lug 2020 | Tech-Priest
Dredd - Il Giudice Dell'Apocalisse

Semplice ma esaltante, diretto e soprattutto fedele al concetto fino alla fine. Questo è il Dredd di cui c'era bisogno.

 

Animazione: Le Recensioni | 20 Lug 2020 | MarcoF
Avatar - La leggenda di Aang - Libro terzo: Fuoco

Ultimo capitolo di una trilogia cha cresce e matura ad ogni stagione.

 

Musica: Jukebox | 18 Lug 2020 | Tech-Priest
Lucifer - Phoenix

Dopo il primo album decisamente metal e molto "Sabbathiano", i Lucifer sterzano verso un hard rock più abbordabile. Molti hanno storto il naso, ma il risultato è comunque ottimo, e di fronte a un pezzo come Phoenix...

 

 

ban49