Non importa quale sia il tema: quando a fare qualcosa fuori dalle righe sono gli avversari si grida allo scandalo, ma se a farlo sono i “buoni” va tutto bene.

 

20200616 ipocriti1

 

Poche settimane fa abbiamo notato come la sinistra non abbia perso l'occasione di scagliarsi contro la manifestazione del 2 Giugno organizzata dal centrodestra e pochi giorni contro gli arancioni dell'ex Generale Pappalardo, indicandole come pericolosi veicoli di diffusione del Coronavirus.
Solo un pazzo crederebbe che non si sia trattato di un attacco strumentale, ma nel merito non c'e' nulla da eccepire; anche io credo che in questo periodo queste manifestazioni di piazza siano fuori luogo ed assolutamente da evitare.
Ma se a sinistra sono i buoni difensori del mondo, perche' non hanno fatto lo stesso nei confronti delle manifestazioni dei centri sociali e dei gruppi comunisti il 25 Aprile? Perche' non condannare gli assembramenti del movimento Black Lives Matter (e gli assalti alla Polizia e i saccheggi)?

 

20200617 ipocriti4

 

Salvini e' stato messo in croce per una foto fatta a Mosca con un suo collaboratore (che aveva negato di conoscere), ed e' stato condannato dall'opinione pubblica per dei fondi che avrebbe preso per la Lega da parte della Russia - anche se questo non e' mai stato minimamente provato.
E' notizia di ieri che il Movimento 5 Stelle sarebbe stato finanziato fortemente agli albori della sua storia dal governo dittatoriale comunista Venezuelano (quel governo che ha ridotto sul lastrico un paese ricco di petrolio, tanto per capirci); e' stato diffuso un documento del governo venezuelano, documento la cui autenticita' va oggettivamente ancora provata, che proverebbe un finanziamento di 3.5 Milioni di Euro al M5S nel 2010. Ci si aspettava una dura smentita, invece gli esponenti del Movimento hanno preferito non commentare (forse quindi e' vero?). Fatto sta che da sinistra non si e' levata una sola voce (se non quella dei pochissimi giornalisti con cui non mi trovo d'accordo ma a cui riconosco una certa onesta' intellettuale).

 

20200616 ipocriti2

 

Abbiamo parlato del caso Palamara: usare la magistratura per attaccare gli avversari politici e' un fatto gravissimo che pero' si e' risolto di una bolla di sapone. Non c'e' stato un seguito da parte dei media, gli stessi politici non hanno praticamente commentato (ci ha provato, non abbastanza, la destra, ma e' anche vero che uiltimamente in tv e radio si vedono solo gli esponenti di governo, come fossimo sotto un regime assolutista).
Come mai i paladini della sinistra che inneggiano, giustamente, alla giustizia assoluta, non si sono sollevati contro Palamara e la sua Magistratura Democratica? E come mai a valutare l'operato di Conte in merito alla mancata chiusura delle zone rosse c'e' un magistrato dell'area a lui favorevole?

 

20200616 ipocriti3

 

La realta' e che questi "buoni", i difensori della giustizia e del bene, sono dei talebani integralisti, degli ipocriti pericolosi che puntano esclusivamente a imporre il loro pensiero antidemocratico e sono pericolosamente vicini a farlo col loro comportamento subdolo e che nasconde dietro parole anche condivisibili una violenza intellettuale che ricorda il nazismo degli anni'30 - lo stesso nazismo che costoro odiano.

Occorre agire oggi per impedire che queste forze ostili alla liberta' di pensiero possano arrivare a completare il loro obiettivo: silenziare gli oppositori con la forza.

 

ban49