Cerca

 

banner tana fb

 

Nel marasma piu' totale

di Andrea Morsani
Creato: 23 Aprile 2013

C'e' una cosa che e' rimasta in sospeso, una sorta di obbligo morale che mi porta a concludere, almeno parzialmente, il discorso iniziato con quest'altro articolo. A dire il vero nei sessanta giorni successivi alle elezioni e' successo tutto e niente, ed io mi sento molto confuso. Forse e' per questo che oggi mi gira la testa.

 

20130423 marasma3

 

 Non mi va di stare qui a fare il riepilogo delle puntate precedenti, tanto lo sapete tutti quello che e' successo, e se non lo sapete (e siete italiani) meritate di morire. Pero' un paio di considerazioni a posteriori vanno fatte.
Intanto c'e' che al 60% e spicci dei votanti, l'Italia va bene cosi'. Se PD, PDL e Monti insieme hanno raggiunto quella percentuale, significa che in Italia non ci sono problemi. Significa che va tutto bene, che di veri problemi non ce ne sono; o anche che ci meritiamo lo schifo che ci governa.

A me gli italiani stanno sul cazzo. Ecco, l'ho detto. Mi stanno sul cazzo perche' si lamentano, parlano di democrazia, di leggi, di pulizia, di etica, poi quando hanno le armi in mano per cambiare le cose si mettono dietro le solite vecchie bandiere, stanno a sentire i loro organi di stampa preferiti (senza filtrare le notizie confezionate ad arte, ovviamente), criticano ferocemente chi la pensa in modo diverso. L'ultima volta che ho sentito un militante dei partiti tradizionali fare una critica costruttiva, portare un'alternativa o una proposta credo ci fossero ancora le Lire.

 

20130423 marasma1

 

In questi giorni di inutilita' completa poi, i nostri grandi politici ce la stanno mettendo tutta a dare il peggio di se, a mostrare la loro totale inettitudine, a istigarci a fare i bambini cattivi. L'unico ad essere coerente e' stato Beppe Grillo; puo' non piacere nello stile e nel modo in cui si e' posto, ma da sempre ha detto che non sarebbe sceso a patti coi vecchi partiti e sta tenendo il punto. Poi c'e' stato Bersani che e' riuscito a perdere le elezioni in un modo che ma come cazzo si puo'? e a sbriciolare un partito privo di anima, tenuto insieme unicamente dagli stessi slogan che girano da quarant'anni: abbasso la poverta', viva il progressimo e altre minchiate del genere. Ovviamente proposte e concetti zero. Infine Berlusconi, che pur di rimanere attaccato alla poltrona (ed evitare il carcere) sta facendo carte false per far partire un governo qualsiasi e non far sciogliere le camere. Per quaranta giorni sono riusciti a fare NIENTE, fino a che Napolitano ha tirato fuori la storia dei 10 saggi che, per bocca loro, non servivano a una beneamata mazza (ma quanti soldi avranno preso per le loro insostituibili consulenze?).
Ma il colpo da maestro di Sabato scorso e' stato geniale: rientro da una giornata fuori e vedo Napolitano (NAPOLITANO???) rieletto Presidente della Repubblica dopo il tira-e-molla fra Marini e Rodota' (incensato dagli stessi che una volta dicevano che Napolitano era una persona senza macchia).

Altro che Marty McFly, altro che Doc. In sostanza, i nostri politici nel dire "noi non ne vogliamo sapere nulla, non vogliamo decidere nulla, ci tappiamo occhi/naso/bocca", hanno inventato il viaggio nel tempo; e senza nemmeno aver bisogno dei famigerati 1.21 Gigawatt. Sabato pomeriggio siamo tornati indietro, a seconda di come la volete vedere, a 7 anni fa e a 2 mesi fa, creando una passerella temporale che bypassa ogni regola di fisica quantistica, di logica temporale, di etica e di morale.

 

20130423 marasma2

 

La cosa ha superato da un pezzo il limite dello scandalo, della vergogna, dello sdegno; ormai siamo in piena zona farsa. Non si riesce piu' nemmeno ad avere il sangue amaro e ad avvelenarsi l'animo; personalmente sono qui in attesa della prossima mossa d'alto spettacolo che arrivera' presto, ne sono certo, dal parlamento, e che mi consentira' di sghignazzare delle nostre miserie. E mentre le risate aumentano, il paese muore, nell'economia reale e negli stanzini bui dove tanti piccoli imprenditori e vecchi pensionati si impiccano.


Siete ancora convinti che l'Italia sia in grado di sostenere una democrazia, dove qualsiasi idiota ha il vostro stesso peso al momento del voto, o cominciate finalmente a capire che in un paese dove l'etica e la morale sono morte da tempo ci vuole il carro armato per strada?

ARTICOLI RECENTI IN QUESTA CATEGORIA