Il teatrino scatenato dalla sinistra pur di sviare l'attenzione dalla notizia dell'arresto di Cesare Battisti ed attaccare Salvini è imbarazzante.

 

20190121 battisti1

 

Finalmente uno degli ultimi squallidi personaggi che negli anni di piombo hanno reso l'Italia un paese invivibile ha varcato la soglia delle patrie galere. Finalmente un omicida, un terrorista, uno dei peggiori elementi che ha espresso quella ventina d'anni terrbili avrà ciò che merita: essere rinchiuso in carcere senza speranze di uscirne vivo.

Ma una parte d'Italia ha dovuto dimostrare una volta di più di quanto sia rancorosa, irrazionale, astiosa e legata ad ideologie che non hanno nessuna attinenza con la realtà che viviamo. Ancora una volta si è dovuto alzare i toni in modo del tutto pretestuoso su cose del tutto irrilevanti pur di nascondere qualcosa che fa male agli estremisti di sinistra e ai loro compari.

 

20190121 battisti1

 

Come si fa, con quale coraggio e cervello ci si può focalizzare sulla presenza dei ministri Salvini e Bonafede all'arrivo del terrorista a Ciampino? Come si può minimamente criticare lo Stato per essere là al momento in cui un ricercato, un evaso, un pericoloso criminale è stato finalmente  riacciuffato e portato indietro a scontare la sua pena? Io da italiano sono ORGOGLIOSO che ci siano state delle figure di tale rilievo sul posto (i ministri dell'Interno e della Giustizia, non so se ci capiamo); orgoglioso del fatto che finalmente si danno messaggi chiari e precisi sul fatto che questo paese deve tornare a battere la strada della legalità e della giusta carcerazione per chi delinque.

Ma no, abbiamo questa masnada di fenomeni da baraccone, instupiditi dalle troppe canne, che nulla sanno fare se non crogiolarsi nella loro rete di conoscenze a puntare il dito contro qualcos'altro pur di far finta di non vedere, pur di addolcirsi la pillola. Abbiamo avuto (e abbiamo ancora) gli attacchi a Salvini perche' indossa le divise delle Forze dell'Ordine, o quelli contro Bonafede per i filmati apparsi sul sito del Ministero di competenza. Che Salvini si metta quelle divise non piace nemmeno a me; ma è un segno di vicinanza e di appartenenza e in un certo senso può essere compreso. Ad ogni modo cercare di spostare l'attenzione su una cosa talmente minuscola è l'ennesima dimostrazione di quanto i ferventi fedeli della sinistra italiana siano RIDICOLI.

 

20190121 battisti3

 

C'è malafede e cattiveria in tutto questo; c'è la negazione (o provocatoriamente meglio dire "negazionismo", una parola tanto cara ai soliti noti) dei gravissimi fatti compiuti da Battisti e dai suoi compagni, supportati da meschini fiancheggiatori e tollerati da ancora più meschini supporter intellettuali. C'è il non riuscire per nessun motivo ad ammettere che la lotta armata era una follia che solo degli psicolabili viziati potevano ideare (avete mai fatto caso che fra i Brigatisti non ci sono figli di operai ma solo di famiglie benestanti?); c'è quell'odio demoniaco di chi ha idee diverse e per questo deve essere zittito in ogni modo.

Sicuramente alcune cose potevano essere gestite meglio: delle divise ho già detto, del video del Ministero dirò che si deve evitare di diffondere dati sensibili che possano ricondurre all'identità di Agenti di Polizia; un gesto superficiale e grave, questo, ma che non può e non deve spostare l'attenzione da ciò che è veramente importante: che finalmente Battisti marcirà nelle patrie galere. Come è giusto che sia.

In fondo lo sanno tutti quelli che usano un minimo di analisi: la sinistra non è in grado di essere razionale, figurarsi ragionevole.

 

20190121 battisti2

 

ban49