banner tana fb

 

L'editoriale di Gennaio 2018

di Andrea Morsani
Creato: 02 Gennaio 2018

Nessun buon proposito per la Tana nel 2018, tanto sappiamo tutti che i buoni propositi muoiono nell’arco di un attimo. Parliamo di cose concrete, invece.

 Il 2017 si e’ concluso in modo spettacolare, pirotecnico, entusiasmante: il tanto sospirato scioglimento delle camere ha posto fine ad una dittatura economico-comunista (impensabile, se non fosse vero) che ha affossato il dibattito politico e la vita sociale italiana degli ultimi 5 anni. Dalle follie femministe della Boldrini, alle fantasie post-colonialiste della Kyenge, alla mancia elettorale da 80 euro di Renzi, agli scandali bancari a cui sono legati uomini e donne di fiducia dell’ex capo di governo (leggi fra gli altri la Boschi e Carrai), a Ministri dell’Istruzione che non solo mancano della laurea, ma sono incapaci di parlare in un italiano corretto. E potrei continuare per ore, parlando di Fiano, di Poletti e tutto quel seguito indecoroso che ci vorrebbe prendere per il culo da anni.

Il 2017 e’ stato l’anno in cui tutti i maggiori canali d’informazione televisiva italiani sono usciti allo scoperto, cani al fianco dei loro padroni, pronti a leccare le loro deiezioni politiche; la Rai, Mediaset, Sky ancora di piu’ si sono impegnati oltre misura a portare avanti il dogma politico ora di Renzi, ora di Berlusconi, ora dei quel coacervo di interessi economici e politici facenti riferimento ai gruppi di potere che tanto vogliono imporci ad ogni costo l’UE quale ideale di bene e prosperita', a dispetto della realta'. Il tutto seenza dimenticare di smerdare come possibile il Movimento 5 Stelle, che pur coi suoi innumerevoli problemi di gioventu’ ed impreparazione rimane l’unica alternativa concreta ad una masnada di corrotti e malfattori. Il 4 Marzo si votera’ per Senato e Camera, e prevedo schifezze di ogni genere perpetrate contro il M5S fin da oggi.

A livello strettamente piu’ personale, la fine del 2017 ha decretato il passaggio sofferto e doloroso da Firefox a Chrome, non per virtu’ del browser di Google (anzi...) ma per l’incapacita’ programmatica degli sviluppatori del browser libero di Mozilla. Quantum, la nuova versione di Firefox, ha letteramente ucciso tutti i plugin che permettevano di customizzare a perfezione il pur elefantiaco e lento browser della volpe, rendendone inutile l’utilizzo (o addirittura impossibile su certi siti). A volte e’ necessario utilizzare gli strumenti di odiose corporation per sopravvivere in campo informatico...

A livello di Tana, il 2017 e’ stato l’anno del definitivo riavvio completo dei vecchi fasti. La redazione, seppur piccola, lavora a pieno regime per portarvi tanti nuovi contenuti; tutto lavoro svolto per pura passione e voglia personale. La Tana non ha mai cercato introiti di alcun tipo e proprio per questo ci possiamo permettere di dire sempre e soltanto quello che pensiamo, senza filtri o censure.

Ed e’ cosi’ che vogliamo rimanere: liberi ed indipendenti.

 

Buon anno, gente!!!