banner tana fb

 

Appuntamento sul divano - 4

di MarcoF
Creato: 21 Dicembre 2017

Siamo quasi giunti alle feste che portano regali sotto l'albero, così abbiamo deciso di donarvi un promemoria di quelle che sono le serie più riuscite di quest'anno.

 

MINI RECENSIONI:

Che fatica recuperare le serie che ti sei perso in giro durante gli anni, in questo caso non so ancora se ho fatto bene o male. The Magicians è davvero una serie strana. Ho iniziato a vederla senza grandi pretese, una scuola di magia, un predestinato, un libro d'infanzia che racconta di mondi strani e sconosciuti raggiunti dai bambini che attraversano gli armadi, cose già viste. Unica nota interessante è la contrapposizione tra chi studia la magia nella scuola e chi invece, come un tossico, cerca la magia vera nel mondo comune. La serie mi stava dimostrando tutta la sua banalità, ma poi, all'improvviso, ecco che arrivano lampi di pura brutalità. La prima stagione ha grandi alti e bassi, puntate quasi noiose, con passi riadattati da film o altre serie ben più riuscite, poi, come se qualcuno avesse girato improvvisamente un interruttore, arriva il cattivo e scorre il sangue. INDECIFRABILE.

Grandi erano le mie aspettative per The Punisher, purtroppo sono state in parte deluse.
In questa serie c'è poco di The Punisher; il suo nome è usato per raccontare una bella storia, anche piacevole da seguire, ma quando mi viene promesso di vedere Frank Castle in azione, mi aspetto molto di più! Svincolando la serie dall'icona del fumetto, posso affermare che alla fine è un buon prodotto, una storia che tocca tematiche scomode e le rappresenta nella sua parte più cruda e cruenta. Purtroppo non posso essere pienamente soddisfatto, tra le aspettative e il risultato l'ago della bilancia pende in negativo. PECCATO.

 

 

IMPERDIBILI 2017:

- Fantasy -
Sono anni che ormai è sulla cresta dell'onda, ma Il Trono di Spade è indubbiamente la serie più seguita del 2017. Se vi siete persi questa serie vi dico subito che il mondo attende con impazienza la settima e ultima stagione. L'ambientazione è Medioeval-Fantasy, ma questo è decisamente riduttivo, le storie dei tantissimi protagonisti s'intrecciano tra loro creando una fitta rete di intrighi e giochi di potere, dando il là a tutta una serie di vicende che possono tranquillamente abbracciare generi molto lontani dal semplice Fantasy. Concedetevi un paio di puntate e poi non ne potrete più fare a meno, le storie s'infittiscono, i protagonisti aumentano e i colpi di scena impazzano, a quel punto sarete condannati e al trono di spade incatenati. AVVINCENTE!

 

 

- Fantascienza -
Vorrei premiare una serie che viaggia con una certa continuità, The Expanse. Ci troviamo di fronte ad una buona opera, in cui l'uomo non è ancora pronto per arrivare "la' dove nessuno è mai giunto prima", ma si è allargato nel sistema solare, colonizzando Marte, la fascia di asteroidi e qualche luna di Giove e Saturno. Le tecnologia non sono così al di fuori della nostra portata come in Star Treck con il teletrasporto o i viaggi a curvatura, ma sono applicazioni di tecnologie ipotizzate attualmente dal nostro livello tecnologico. In The Expanse il genere umano è diviso in Terrestri, Marziani e Cinturiani, questi ultimi pesantemente oppressi e sfruttati dalla terra e da marte che sono contrapposte in una sorta di corsa agli armamenti per dominare il sistema solare.
Su questo canovaccio si muovono i nostri protagonisti, a volte spinti dal nobile intento di fermare una guerra, a volte cercando di salvare la razza umana, altre solo per amore. INTRIGANTE.

- Supereroi -
Tante sono le serie di supereroi che sono in circolo, ma quest'anno ho proprio gradito la terza stagione di Gotham. Sembra assurdo che il buon vecchio mondo di Batman possa ancora portare qualcosa di interessante, ma la rivisitazione sulla nascita dei principali antagonisti del pipistrello in una Gotham decadente e depravata, è riuscitissima. Bisogna però non essere un purista, abbracciare un mondo differente da quello che è il fumetto classico, e dare un'opportunità ad una nuova chiave di lettura molto audace. Per tutti coloro che conoscono il Batman cinematografico, questa potrebbe essere una bella esperienza che non distrugge le origini del pipistrello, ma rende omaggio alla città di Gotham e alla sua progenie decadente. ALTERNATIVO.

 

 

- Special -
Quando si dice: "poche ma buone", mi viene sempre in mente la serie britannica Sherlock, tre episodi a stagione e uno speciale fanno l'incredibile numero di 13 puntate. Indubbiamente le gesta del più famoso Detective al mondo sono alquanto conosciute, ma la rivisitazione in chiave moderna del personaggio ormai un po' datato, ha ridato linfa e vitalità al soggetto. Aggiungeteci che Sherlock e Watson sono interpretati da due stelle di prima grandezza come Benedict Cumberbatch e Martin Freeman e il gioco è fatto. SUPERIORE.